Nausea da chemioterapia: perché e come prevenirla


La nausea e il vomito sono tra gli effetti collaterali più temuti dai soggetti che devono sottoporsi a una chemioterapia. Possono comparire prima della somministrazione dei farmaci (sintomi anticipatori), pochi minuti dopo e regredire nell’arco di 24 ore (sintomi acuti) o da 2 a 5 giorni dopo (sintomi ritardati).

Questi disturbi possono arrivare ad influenzare negativamente l’andamento e l’efficacia della terapia perché, se non sono controllati in modo adeguato, possono indurre il soggetto a interrompere i cicli successivi. Nausea e vomito possono inoltre causare disidratazione con un conseguente calo delle riserve nutritive e dei sali minerali.
Da qui l’importanza della prevenzione e di un trattamento adeguato. Test clinici hanno dimostrato che l’acupressione mediante i bracciali P6 Nausea Control® Sea-Band® può rivelarsi molto efficace nell’alleviare i sintomi della nausea da chemioterapia.


◄ Torna indietro Vai alla pagina "Nausea da trattamento oncologico" ►