Mal di testa e nausea: la parola alla ginecologa


La sindrome premestruale (PMS) può manifestarsi anche con sintomi che riguardano la testa e lo stomaco.
“Sono almeno due i meccanismi che si possono verificare a partire dalle variazioni ormonali del ciclo – spiega la dr.ssa Stefania Piloni, ginecologa omeopata e docente di fitoterapia presso l’Università degli Studi di Milano – i fastidi che ne derivano, l’emicrania e la sensazione di nausea che spesso l’accompagna, sono tra loro simili e particolarmente invalidanti”.
In chi soffre di PMS, si verifica, anche se in misura meno accentuata, proprio quanto accade durante i primi mesi di gravidanza, quando le future mamme soffrono delle “nausee mattutine” a causa delle modifiche ormonali. Se, invece, cefalea e nausea insorgono nei giorni del ciclo, s’innesca un meccanismo diverso, di tipo “infiammatorio”.
“Quando – continua la dr.ssa Piloni – è la nausea, con o senza emicrania, a complicarci la vita, si può ricorrere all’acupressione: esistono in commercio dei semplicissimi bracciali elastici che esercitando una pressione moderata e continua su un punto preciso del braccio, il cosiddetto punto “P6” o “Neiguan” per la medicina cinese, agiscono regolarizzando il funzionamento degli organi situati nelle regioni toracica, epigastrica ed ipocondriaca. Si tratta di un rimedio di efficacia riconosciuta che viene utilizzato anche in gravidanza per combattere la “morning sickness” proprio perché non comporta effetti collaterali e nemmeno l’utilizzo di farmaci che potrebbero danneggiare il bimbo in arrivo”.


◄ Torna indietro