Come prevenire e combattere la nausee in ufficio? I consigli della ginecologa.


Le donne incinte che continuano a lavorare fino all’ottavo mese sono sempre più numerose. In parte sono libere professioniste ma anche dirigenti, imprenditrici e impiegate. La nausea gravidica – che interessa oltre l’80% delle future mamme – può diventare un serio ed invalidante problema sul luogo di lavoro anche perché il disturbo molto spesso si attenua solo in serata. Come regolarsi in questi casi? Questo è il parere della dottoressa Stefania Piloni, medico specialista in Ostetricia e Ginecologia. “Uno snack, purché leggero e di facile digestione, come una mela o un cracker, consente di evitare il “vuoto” allo stomaco che contribuisce a scatenare la nausea. Meglio consumare tanti piccoli pasti masticando lentamente in modo da non affaticare il sistema digestivo, piuttosto che consumare un unico pasto sostanzioso. È senz’altro utile – continua la dottoressa Piloni – munirsi dei bracciali per il controllo della nausea, meglio noti come P6 Nausea Control® Sea-Band®, che agiscono esercitando una pressione sul punto P6, collocato sull’avambraccio tre dita traverse sotto la piega del polso. Un rimedio pratico e di semplice utilizzo che deriva dalla millenaria esperienza della medicina tradizionale cinese sui meridiani e che oggi la scienza contemporanea ha convalidato, avendone constatato l’efficacia grazie a studi clinici effettuati anche su donne in gravidanza. L’ideale è indossare i bracciali fin dal risveglio, e tenerli anche in ufficio, lasciando che i principi dell’acupressione possano agire per prevenire la nausea. Sono utili e senza controindicazioni. È infine sempre bene ricordare – conclude la dottoressa Piloni – che in gravidanza è meglio evitare qualunque farmaco che possa in qualche modo danneggiare il feto.” 


◄ Torna indietro Vai alla pagina "Nausea in gravidanza" ►