La differenza tra iperemesi gravidica e nausea in gravidanza


L’iperemesi gravidica colpisce un’esigua percentuale di future mamme: circa una su cento. Si manifesta non solo con i sintomi della nausea e del vomito ma anche con perdita di peso, disidratazione e carenze nutritive comportando la necessità di consultare il medico al fine di accertarne le cause. Il malessere mattutino, che si suole indicare con la comune definizione di nausea da gravidanza, colpisce invece 8 donne su 10 nei primi tre mesi di gestazione e può essere affrontato e risolto con piccoli accorgimenti. Rimedi naturali di provata efficacia che, senza ricorrere ai farmaci, possono consentire di alleviarne i sintomi. L’adozione di nuove abitudini alimentari con piccoli ma frequenti pasti asciutti e cibi salati; l’acupressione con l’ausilio dei bracciali anti-nausea, un dispositivo medico liberamente venduto in farmacia; l’assunzione di zenzero, la cui radice è da sempre usata in oriente per il controllo di nausea e vomito. Oggi le benefiche proprietà di questa preziosa pianta sono disponibili in farmacia sotto forma di caramelle di gradevole sapore: le Caramelle allo Zenzero P6 Nausea Control® Sea-Band® Mama, il nuovo integratore di semplice e immediato utilizzo della stessa linea dei famosi braccialetti antinausea che adottano il principio dell’acupressione per combattere in modo naturale il mal d’auto e il mal di mare.


◄ Torna indietro Vai alla pagina "Nausea in gravidanza" ►