Rimedi naturali contro la nausea post-operatoria


Uno dei problemi più comuni che si registrano in fase post-operatoria è la comparsa dei sintomi di nausea e vomito. Oltre al disagio, gli effetti negativi di questi sintomi possono provocare gravi conseguenze come la necessità di prolungare la degenza e le cure, il rischio che le ferite si possano riaprire sotto sforzo ed il ritardo nel ripristino delle normali funzioni dell’organismo.
Sebbene le profilassi adottate di routine potrebbero sembrare appropriate, nella realtà quotidiana delle nostre strutture ospedaliere il ricorso ad agenti antiemetici, peraltro talvolta non privi di effetti collaterali, si rivela spesso troppo oneroso nel rapporto costo-efficacia.
I principali interventi per la gestione della nausea e vomito post-operatorio devono pertanto principalmente consistere nella prevenzione e nella riduzione dei fattori di rischio legati all’anestesia e nella profilassi farmacologica: evitare l’uso di protossido d’azoto, sostituire gli anestetici volatili con quelli endovenosi, limitare l’uso degli oppioidi.
Negli ultimi anni sono stati proposti e studiati alcuni metodi alternativi come l’acupressione per prevenire, a basso costo e senza effetti collaterali, i sintomi di nausea e vomito. Una recente revisione sistematica ha confermato che la stimolazione del polso in corrispondenza del “punto di agopuntura del pericardio” (P6) riduce, rispetto alla stimolazione simulata, il rischio di nausea (rischio relativo 0,71), il rischio di vomito (rischio relativo 0,7) e la necessità di un trattamento antiemetico (rischio relativo 0,69) dopo un intervento chirurgico.


◄ Torna indietro Vai alla pagina "Nausea post-operatoria" ►