Conoscere per prevenire: perché si soffre di mal d’auto


I problemi all’apparato vestibolare sono tra le cause più accreditate del “mal d’auto” o “sindrome da movimento”. Non a caso, questi disturbi colpiscono soprattutto i “piccoli viaggiatori” essendo il loro “orecchio interno” ancora in fase di trasformazione e tendono quasi sempre a diminuire o a scomparire 
in età adulta.
La causa risiede nel fatto che l’apparato vestibolare invia continuamente informazioni riguardanti la posizione dell’individuo e se tale posizione cambia – soprattutto in occasione di frenate, curve e bruschi cambiamenti di direzione – il cervello può andare in una sorta di confusione nel tentativo di ripristinare la stabilità.
Così facendo, il sistema nervoso ad esso collegato e associato al sistema viscerale può, come conseguenza, ripercuotersi sullo stomaco, determinando nausea e vomito.
Per questo è così importante non mettersi in viaggio se si è a digiuno o si è mangiato troppo. L’ideale è mangiare un piccolo snack, meglio se salato, senza sovraccaricare eccessivamente lo stomaco.


◄ Torna indietro Vai alla pagina "Nausea da viaggio" ►